bandiera Italia

Tutela diritti dei passeggeri – Trasporto via mare e per vie navigabili interne

Il 15 ottobre 2015 l’Autorità di regolazione dei trasporti ha approvato il Regolamento ed il“Modulo di reclamo”  per l’accertamento e l’irrogazione delle sanzioni previste dal Decreto legislativo 29 luglio 2015, n. 129, in attuazione della disciplina sui diritti dei passeggeri nel trasporto via mare e per vie navigabili interne contenuta nel Regolamento (UE) n. 1177/2010, che modifica il Regolamento (CE) n. 2006/2004.

Con l’adozione di questo “Regolamento”, anche nel settore del trasporto marittimo e delle vie navigabili interne, viene garantito ai passeggeri un elevato livello di protezione, simile a quello offerto da altri modi di trasporto (es. su rotaia e tramite autobus).

In base al “Regolamento”, i passeggeri che  abbiano già presentato reclamo al  vettore  o all’operatore  del   terminale, trascorsi sessanta giorni dal ricevimento, potranno inoltrare – anche mediante associazioni rappresentative dei loro interessi, ove a ciò delegate – un reclamo all’Autorità di regolazione dei trasporti (quale organismo di seconda istanza) per segnalare le violazioni degli obblighi di cui al Regolamento (UE) n. 1177/2010.

I servizi di trasporto passeggeri via mare e per vie navigabili interne per i quali possono essere presentati reclami all’Autorità sono i seguenti:
–     servizi il cui porto d’imbarco è situato nel territorio di uno Stato membro, o il cui solo porto di sbarco è situato nel territorio dell’Unione, a condizione che il servizio sia effettuato da un vettore dell’Unione;
–   crociere il cui porto d’imbarco è situato nel territorio di uno Stato membro, con alcune eccezioni puntualmente individuate nel Regolamento (UE) n. 1177/2010.

 

Regolamento ex D.lgs. 29 luglio 2015, n. 129, (diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne).

 Modulo di reclamo

 Complaint form