Trasporto ferroviario

L’Autorità di regolazione dei trasporti ha approvato il 4 luglio 2014  il Regolamento ed il Modulo di reclamo per l’accertamento e l’irrogazione delle sanzioni previste dal Decreto legislativo 17 aprile 2014 n. 70, in attuazione della disciplina sui diritti ed obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario contenuta nel Regolamento comunitario (CE) n. 1371/2007.

Con l’adozione di questo Regolamento anche i passeggeri italiani nel trasporto ferroviario godono di un livello di tutela pari a quello adottato da anni negli altri Paesi europei.

Possono rivolgersi all’Autorità i passeggeri o le associazioni rappresentative legittimate che abbiano già presentato reclamo all’impresa ferroviaria, nei casi, tempi e condizioni prescritte dall’articolo 3 del Regolamento, utilizzando  l’apposito Modulo di reclamo.

Dal 1 gennaio 2017 è inoltre disponibile il Sistema Telematico di acquisizione reclami (SiTe).

Il Regolamento (CE) n. 1371/2007 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 ottobre 2007 (recepito nel nostro ordinamento col D.lgs.70/2014) relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario, definisce i diritti degli utenti dei servizi ferroviari e gli obblighi delle imprese del settore. Esso stabilisce, tra l’altro le informazioni che devono essere fornite dalle imprese ferroviarie, le modalità di emissione dei biglietti e delle prenotazioni, la responsabilità delle imprese ferroviarie anche con riferimento agli obblighi di assicurazione e di gestione dei rischi in materia di sicurezza personale dei passeggeri, le garanzie a favore delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta e la definizione ed il monitoraggio di standard di qualità del servizio.


REGOLAMENTO CORRELATO
ALLEGATI