Avviata una consultazione sull’attuazione della disciplina sanzionatoria per le violazioni del Regolamento (UE) n. 1177/2010 relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne

Comunicato stampa n. 20/2015

14 settembre 2015

  • L’Autorità dei trasporti avvia una consultazione sull’attuazione della disciplina sanzionatoria per le violazioni del Regolamento (UE) n. 1177/2010 relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne
  • Scadenza della consultazione entro il termine del 29 settembre 2015, quindici giorni dalla pubblicazione del documento sul sito autorita-trasporti.it
  • Il 23 settembre 2015 audizione a Torino dei soggetti interessati

L’Autorità di regolazione dei trasporti ha avviato una consultazione sulle modalità operative e procedurali di attuazione della disciplina sanzionatoria per le violazioni del Regolamento (UE) n. 1177/2010 relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne.

I documenti di regolazione dell’Autorità sottoposti a consultazione sono pubblicati dalla data odierna sul sito Internet dell’Autorità. I soggetti interessati alla consultazione hanno quindici giorni di tempo per esprimere, in forma scritta editabile, opinioni e commenti puntuali, inviando entro il 29 settembre 2015 i propri contributi alla casella di posta elettronica certificata dell’Autorità pec@pec.autorita-trasporti.it.

Fra le questioni oggetto di consultazione vi sono anche i casi in cui il reclamo potrebbe essere proposto non soltanto dal passeggero direttamente ma anche tramite le associazioni rappresentative legittimate ed a ciò delegate.

I soggetti che partecipano alla consultazione possono chiedere di illustrare le osservazioni da essi inviate all’Autorità con le modalità di cui sopra, nel corso dell’audizione che si terrà il 23 settembre 2015 alle ore 11,00 presso la sede dell’Autorità nella città di Torino.

Al Regolamento UE è stata data recentemente esecuzione in Italia con il Decreto legislativo 29 luglio 2015, n. 129, recante la disciplina sanzionatoria per le violazioni delle disposizioni del Regolamento (UE) n. 1177/2010, che ha individuato l’Autorità quale organismo nazionale responsabile dell’applicazione e pone in capo all’Autorità l’obbligo di adottare, entro sessanta giorni dalla pubblicazione dello stesso d.lgs. n. 129/2015, misure concernenti modalità operative e procedurali per l’attuazione del Regolamento UE.