Rapporto annuale 2014

Il Primo Rapporto annuale al Parlamento della Autorità di regolazione dei trasporti viene presentato a dieci mesi dalla sua costituzione ed a sei dalla entrata in operatività. Il Rapporto riguarda, dunque, l’intero periodo decorso dalla data di insediamento del Consiglio presso la Prefettura della città di Torino, il 17 settembre 2013.

Nel Rapporto sono ripercorsi gli atti di natura organizzativa adottati e le iniziative di regolazione intraprese nelle due principali fasi che hanno caratterizzato tale periodo: la prima precedente e la seconda successiva alla data di entrata in operatività, avvenuta il 15 gennaio 2014.

Si è ritenuto di anteporre a tale disamina una ricognizione di tipo di quantitativo sul settore dei trasporti italiano rappresentato, dapprima, nel suo complesso e, successivamente, per comparti. I dati economici ed i problemi regolatori evidenziati offrono alcuni riscontri sui fenomeni che hanno sin qui ispirato la individuazione di specifiche aree di intervento.
Mancano, tuttavia, nella fase attuale, basi di dati costruite con la precipua finalità di supportare le attività di regolazione economica che competono all’Autorità.

Pertanto, le elaborazioni proposte attingono a fonti che, pur di rilievo per le finalità per le quali sono state predisposte, non presentano i caratteri suindicati e non sono ugualmente disponibili per tutti i settori dei trasporti. La costruzione di data-set espressamente finalizzati allo svolgimento dei suoi compiti costituisce, dunque, uno degli obiettivi prioritari dell’Autorità.


Appendice documentale alla relazione annuale al Parlamento 2014

I modelli tariffari aeroportuali

 La nuova concessione di costruzione e gestione della Autostrada Modena-Brennero A22

 La tutela dei diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario

 L’accesso alle infrastrutture ferroviarie

 L’assegnazione di servizi in esclusiva nel trasporto pubblico locale


 

Video della relazione del Presidente Camanzi al Parlamento