Tutela dei passeggeri: approvato il “Regolamento” per l’accertamento e l’irrogazione delle sanzioni previste in attuazione della disciplina UE sui diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne

17 ottobre 2015

L’Autorità approva Regolamento per la tutela dei passeggeri via mare e per vie navigabili interne.

Il 15 ottobre 2015, Consiglio dell’Autorità di regolazione dei trasporti ha approvato il “Regolamento” per l’accertamento e l’irrogazione delle sanzioni previste dal Decreto legislativo 29 luglio 2015, n. 129, e il “Modulo di reclamoin attuazione della disciplina sui diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne contenuta nel Regolamento (UE) n. 1177/2010, che modifica il Regolamento (CE) n. 2006/2004.

«L’adozione di questo ulteriore Regolamento – ha dichiarato il Presidente Andrea Camanzi – assicura alla nostra regolamentazione in materia di diritti dei passeggeri uniformità con quella europea. Da oggi anche i passeggeri italiani via mare e vie navigabili interne, al pari di quelli del trasporto su ferrovia, autobus e aereo, godranno dello stesso livello di tutela, a prescindere dal mezzo di trasporto scelto».

Diritti dei passeggeri – trasporto via mare e per vie navigabili interne

15/09/2015

L’Autorità approva Regolamento per la tutela dei passeggeri via mare e per vie navigabili interne.

Il 15 ottobre 2015, Consiglio dell’Autorità di regolazione dei trasporti ha approvato il “Regolamento” per l’accertamento e l’irrogazione delle sanzioni previste dal Decreto legislativo 29 luglio 2015, n. 129, e il “Modulo di reclamoin attuazione della disciplina sui diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne contenuta nel Regolamento (UE) n. 1177/2010, che modifica il Regolamento (CE) n. 2006/2004.

«L’adozione di questo ulteriore Regolamento – ha dichiarato il Presidente Andrea Camanzi – assicura alla nostra regolamentazione in materia di diritti dei passeggeri uniformità con quella europea. Da oggi anche i passeggeri italiani via mare e vie navigabili interne, al pari di quelli del trasporto su ferrovia, autobus e aereo, godranno dello stesso livello di tutela, a prescindere dal mezzo di trasporto scelto».