L’Autorità di regolazione dei trasporti riceve in audizione tutte le imprese ferroviarie, il gestore dell’infrastruttura, il Ministero dei Trasporti e le Regioni

Comunicato stampa n. 19/2014

8 maggio 2014

L’Autorità di regolazione dei trasporti ha ricevuto oggi in audizione, presso la sede di Torino, il gestore dell’infrastruttura ferroviaria RFI, le imprese di trasporto ferroviario passeggeri e merci operanti in Italia, le associazioni di categoria, gli uffici competenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano. All’audizione hanno preso parte 62 persone (fra cui l’Amministratore Delegato di RFI, l’Amministratore Delegato di Trenitalia, il Presidente di NTV, l’Amministratore Delegato di Trenord, il Presidente di FerCargo.

L’odierna audizione dell’Autorità s’inserisce nel procedimento regolatorio sul tema dell’accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture ferroviarie – avviato con delibera n. 16 del 6 marzo scorso – che prevede, in particolare, la consultazione su un documento con quesiti regolatori, di cui l’audizione odierna ha costituito un passaggio fondamentale. Il documento alla base della consultazione è stato pubblicato il 22 aprile scorso dall’Autorità di Regolazione dei Trasporti sul proprio sito Internet nell’ambito del procedimento suddetto, e vi rimarrà fino al 22 maggio.

Nel corso dell’audizione di oggi, i rappresentanti delle imprese ferroviarie hanno apprezzato l’applicazione del metodo della consultazione e del confronto con gli stakehoders nell’individuazione delle soluzioni alle questioni regolatorie poste.

Entro settembre 2014 l’Autorità procederà all’adozione delle misure di regolazione necessarie a garantire condizioni di accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture ferroviarie.


Le questioni poste in consultazione sono le seguenti:

  1. Accordo quadro: ambito, limiti e oggetto
  2. Assegnazione della capacita’
    1. Procedure di coordinamento e dichiarazione di saturazione
    2. Priorità in fase di assegnazione delle tracce
  3. Gestione della circolazione perturbata
  4. Sgombero delle infrastrutture
  5. Effetti della mancata contrattualizzazione e/o utilizzazione della capacità e/o delle tracce
  6. Pedaggio per l’utilizzo dell’infrastruttura e corrispettivi dei servizi
  7. Performance regime
  8. Condizioni di accesso ai servizi
  9. Passeggeri a mobilità ridotta
  10. Assegnazione di spazi pubblicitari, desk informativi, aree per la fornitura di servizi automatizzati alla clientela
  11. Servizi di manovra